Chi SiamoLe sedi in Calabria Comunicati StampaIniziative Fare Verde Calabria
Petizione CompostaggioPetizione Raccolta Differenziata
Ponte sullo StrettoLaura C.
Abruzzo

La sede regionale calabrese di Fare Verde si è mobilitata per sostenere concretamente le popolazioni dell'Abbruzzo colpite dal terremoto. In accordo con la sede nazionale sta raccogliendo, in collaborazione con altre associazioni di cittadni ed associaioni sportive, beni di prima necessità da consegnare direttamente a persone bisognose che si trovano nei centri che sono stati colpiti dal sisma.

Ad Altomonte (CS) la raccolta viene fatta in collaborazione con l'associazione di volontariato GVAA (Gruppo Volontari Amici di Altomonte), a Fagnano Castello (CS) in collaborazione con l'associazione "Voce libera di Fagnano", Marina di Gioiosa Ionica con l'associazione sportiva e culturale Megale Hellas. A Crotone, il gruppo locale si avvale della collaborazione dell'associazione culturale "Terra di mezzo".

Per info cliccare qui

Castello di Altomonte

 

...Difendere un paesaggio significa anche difendere una parte della propria vita, del proprio suolo, della propria geografia esistenziale...

tratto da: Raccogliere Sassi
di Sandro Marano, ed. Schena-2005


SOSTENITORI
DELL'INIZIATIVA ONLINE
Il Presidente della Regione Calabria ringrazia Fare Verde e tutti coloro che stanno inviando le cartoline per difendere il Castello di Altomonte

Il capo di gabinetto della Regione Calabria, Michele Lanzo, ha inviato una email a tutti coloro che, in data 10 marzo 2006, hanno inviato una cartolina elettronica in difesa del Castello di Altomonte nella quale afferma:

..."abbiamo apprezzato i Vostri interventi sulla tutela del Castello.
Vi informo che il Presidente mi ha incaricato di occuparmi personalmente della vicenda.
Qualche giorno fa mi sono sentito con il Sindaco ed ho incontrato un Assessore del Comune che, oltre ad avermi fornito l’intero dossier, mi ha informato sullo stato legale della vicenda. Per ora è necessario attendere il pronunciamento del TAR, che sarà emanato tra qualche settimana.
Poi il Presidente interverrà, nelle forme previste dalle vigenti normative, per evitare che uno dei più pregiati simboli del nostro patrimonio architettonico venga irrimediabilmente compromesso.

Attendendo altre Vostre seganalazioni, colgo l’occasione per inviarVi, anche a nome del Presidente, i più cordiali saluti."
 
 
 
powered by fotoprogetto